venerdì 21 ottobre 2016

Vi sarà sempre una chiesa sulla terra?

In un tempo come il nostro, dove prevale indifferenza ed ateismo, dove abbondano versioni deviate, corrotte e compromesse di Cristianesimo, ma anche dove si continua a cercare di sradicare in modo militante la testimonianza cristiana, sono molti a credere che una chiesa fedele all’insegnamento del Nuovo Testamento sia destinata a sparire, ad estinguersi. È così?
No, vi sarà sempre una chiesa sulla terra. Questo è evidente dalla promessa di Dio stesso. A Pietro, al riguardo della roccia della sua fede in Cristo, Gesù dice: “Tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia chiesa, e le porte dell'inferno non la potranno vincere” (Matteo 16:18). Se mai la chiesa fosse sradicata, le porte dell’inferno, vale a dire la potenza di Satana, l’avrebbero vinta, prevarrebbero su di essa. Questo, però, non accadrà mai: l’autentica chiesa di Cristo rimarrà sempre, non si estinguerà mai. Questo è pure evidente in Matteo 20:28, dove leggiamo: “Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente”. Gli apostoli non sarebbero vissuti fino a quel giorno, ma la loro discendenza spirituale (cioè i loro figli, una generazione dopo l’altra), e le Sacre Scritture, registrate da loro, ancora vivono e parlano. La chiesa autentica, così, continua ad esistere e rimarrà sempre in esistenza, quali che siano i tentativi di alienarla o sopprimerla.

Questo, in secondo luogo, è pure confermato dagli uffici del Signore Gesù. In quanto Profeta, Re e Sacerdote, Egli vivrà per sempre. Un Capo, però, avrà sempre necessariamente un corpo, un Re i Suoi sudditi, un Profeta i Suoi discepoli, un Sacerdote il popolo per il quale intercede, uno Sposo la Sua sposa. “Tu sei sacerdote in eterno” (Salmo 110:4), “Al tempo di questi re, il Dio del cielo farà sorgere un regno, che non sarà mai distrutto e che non cadrà sotto il dominio d'un altro popolo. Spezzerà e annienterà tutti quei regni, ma esso durerà per sempre” (Daniele 2:44); “Poiché bisogna ch'egli regni finché abbia messo tutti i suoi nemici sotto i suoi piedi. L'ultimo nemico che sarà distrutto sarà la morte” (1 Corinzi 15:25-26).

In terzo luogo, aggiungetevi l’esperienza che la Bibbia ci rivela, la chiesa da Adamo a Cristo, e dopo Cristo, durante il tempo degli apostoli. Sia la chiesa che la storia secolare rende testimonianza al fatto che la chiesa è sempre esistita dal tempo degli apostoli fino ad ora. Dato che essa ancora esiste, ne concludiamo che essa continuerà ad esistere nonostante tutti quelli che vorrebbero il contrario.

Obiezione 1: “Io vi dico che renderà giustizia con prontezza. Ma quando il Figlio dell'uomo verrà, troverà la fede sulla terra?” (Luca 18:8). Non equivale forse a dire: “Non troverò fede e quindi non vi sarà più alcuna chiesa?

Risposta. Da quel versetto non si può concluderne che non vi saranno più autentici cristiani. Quello non sarà certamente il caso, secondo le parole dell’apostolo in 1 Tessalonicesi 4:15-17 “Poiché questo vi diciamo mediante la parola del Signore: che noi viventi, i quali saremo rimasti fino alla venuta del Signore, non precederemo quelli che si sono addormentati; perché il Signore stesso, con un ordine, con voce d'arcangelo e con la tromba di Dio, scenderà dal cielo, e prima risusciteranno i morti in Cristo; poi noi viventi, che saremo rimasti, verremo rapiti insieme con loro, sulle nuvole, a incontrare il Signore nell'aria; e così saremo sempre con il Signore”. Significa che ve ne saranno pochi: cosa in ogni caso sorprendente.

Obiezione 2. “Nessuno vi inganni in alcun modo; poiché quel giorno non verrà se prima non sia venuta l'apostasia e non sia stato manifestato l'uomo del peccato, il figlio della perdizione” (2 Tessalonicesi 2:3). L’apostasia totale implica necessariamente lo sradicamento della chiesa. “L'adoreranno [la bestia] tutti gli abitanti della terra i cui nomi non sono scritti fin dalla creazione del mondo nel libro della vita dell'Agnello che è stato immolato” (Apocalisse 13:8). Dove saranno allora i fedeli?

Risposta. Questi ed altri testi simili esprimono la vastità dell’apostasia, ma non includono tutti senza eccezione, perché anche allora la chiesa sarà nel deserto (Apocalisse 12:17); un resto ne rimarrà. È quindi confermato che la chiesa esisterà sempre e non sarà mai sradicata.

Nessun commento:

Posta un commento