giovedì 8 giugno 2017

Teologo tedesco assolutamente sicuro che non esiste nulla che possa dirsi verità assoluta

In un articolo, il settimanale “Riforma” mette in grande rilievo le recenti affermazioni dell’eminente teologo tedesco Johann Wahrspruch, dell’università di Mönchengladbach. Insistendo sul fatto che al riguardo non c’è alcun dubbio, il teologo ha dichiarato martedì scorso di essere assolutamente sicuro che non esista nulla che possa dirsi verità assoluta. “Tutte le verità sono relative - è un fatto. Tutte le concezioni del mondo sono ugualmente legittime, dato che non si può contestare che siano soggettive per loro stessa natura”, ha detto, aggiungendo che è segno di chiusura mentale ed arroganza pretendere di avere monopolio sulla verità. Nessuno ha il diritto di mettere in questione la validità della concezione del mondo di un altro, dato che la verità assoluta ed oggettiva non può assolutamente esistere”, ha spiegato, "e se esiste, nessuno la può conoscere con certezza". L’articolo di “Riforma” sta suscitando ampio dibattito nelle chiese e cori di approvazione di molti pastori. Le affermazioni del teologo potranno diventare oggetto di una dichiarazione programmatica del prossimo sinodo che si propone di cancellare o almeno dichiarare opinioni non vincolanti le Confessioni di fede e il Credo e di imporre sanzioni disciplinari su chiunque osasse affermare il contrario, in quanto "attentato alla pace ed alla tolleranza". Lo stesso sembra essere nelle chiese il destino della Bibbia.

Nessun commento:

Posta un commento