martedì 13 luglio 2010

Neanche una sola parola contro?

Al termine di una lettera al "Il Giornale" del 13 luglio 2010 intitolata "L'ammirevole posizione del ministro Carfagna", una lettrice scrive: "Gesù che ragionava, e ragionava sottilmente, pur enumerando molti gravi peccati, non pronunciò mai una parola contro l'omosessualità". Vero. Gesù interviene su molte altre questioni e dice: "E' stato scritto ... ma io vi dico", correggendo equivoci e cattive interpretazioni della legge mosaica, ma non dice nulla sull'omosessualità. Perché? Perché molto probabilmente riteneva che il resto della Parola di Dio fosse al riguardo chiaro, pienamente sufficiente ed inequivocabile: "Non avrai con un uomo relazioni carnali come si hanno con una donna: è cosa abominevole" (Levitico 18:22). Avrebbe potuto dire: "L'omosessualità va bene, basta che ci sia l'amore"... ma non l'ha mai detto, anzi, gli apostoli, ispirati da Dio, confermano come si tratti di pratica riprovevole.

1 commento:

  1. Credo che noi tutti come credenti, dovremmo attenerci al semplice ma sicuro insegnamento di Gesù che è quello di attenerci alle cose dette in principio. (Matteo 19:4-8)

    RispondiElimina