giovedì 25 agosto 2011

Per alcuni è una dottrina orribile, per me è qualcosa di consolante, luminoso e dolce

“Sin dalla mia fanciullezza, la mia mente era piena di obiezioni contro la dottrina della sovranità di Dio. Mi appariva una dottrina davvero orribile. Mi ricordo però molto bene del preciso momento in cui sorse in me l’indubitabile persuasione, tale da rendermi pienamente soddisfatto, della realtà della sovranità di Dio e della Sua giustizia nel trattare con le creature umane secondo il Suo sovrano beneplacito. La mia mente ha trovato in questa dottrina la sua pace ed essa ha posto fine a tutti i cavilli e le obiezioni che prima le contrapponevo. Vi è stata da quel giorno fino ad oggi una sorta di meravigliosa alterazione nella mia mente rispetto alla dottrina della sovranità di Dio  La sovranità assoluta di Dio è ciò sul quale ora la mia mente riposa tranquilla e e che sopravanza persino ciò che io posso vedere con i miei occhi. Ho visto spesso, dal momento in cui ne sono stato persuaso, di avere ora in me un sentimento diverso da allora sulla sovranità di Dio. Non è stata solo una semplice persuasione della mente, ma una persuasione che mi ispira sempre più gioia. Questa dottrina mi appare come del tutto piacevole, chiara e dolce. L’assoluta sovranità è ciò che io amo attribuire a Dio. Un tempo, però, non era così”.

 (Jonathan Edwards [1703-1758]: Representative selections. Ed. Clarence H. Faust and Thomas H. Johnson. New York: American book company, l935).

1 commento:

  1. Sono convinto e ne sento i benefici quando considero la mia elezione in Cristo.Questa consapevolezza è la molla che mi spinge alla santità, un desiderio dell'anima di attenermi alla voce di Dio che dichiara: "Siate santi,perché io sono santo." 1°Pietro1:16

    RispondiElimina