giovedì 5 gennaio 2012

Chi ringrazi per la tua conversione?

Quante volte hai sentito da certi evangelici, oppure hai detto tu stesso: "Mi sono convertito quando...". Hai riflettuto, però, su che cosa vogliono dire queste parole, sul"significato grammaticale" di queste parole? Che la conversione è opera tua e che se sei cristiano ...devi ringraziare solo te stesso! E' davvero così, ammesso che la tua conversione sia autentica oppure se non si tratta solo di esserti associato ad una chiesa o solo "cambiato chiesa" per i motivi più diversi.

Di fatto se Cristo è davvero tuo Signore e Salvatore, se Lo segui come Suo discepolo, quello è solo merito Suo, E' risultato della Sua iniziativa, non della tua.

Allora, ringrazi Dio per la tua conversione? Lo fai perché sai che Dio ne è stato interamente responsabile. Ringrazi Dio perché non attribuisci la tua conversione alla tua disponibilità di ravvederti e di credere, alla tua saggezza, al tuo sano giudizio o buon senso. O no?

Perché tu hai creduto all'Evangelo e non colui o colei che ti sta vicino? Forse che il terreno del tuo cuore era  per natura migliore del suo? Forse che avevi maggiore saggezza di quanta non ne avesse lui? Da dove è venuta questa tua saggezza: da Dio oppure da dove?

Per essere giustificati dobbiamo avere fede. La questione è perché tu abbia fede e non altri. L'attribuisci alla tua propria sapienza o libera scelta? Hai tu "soppesato" le cose e alla fine tu hai deciso che "valeva la pena" a credere a Cristo, alla Sua opera e promesse? Forse perché tu eri maggiormente umile di altri? Non è forse la grazia stessa che ti ha reso umile?

Se attribuisci la tua conversione a qualsiasi altra cosa che non sia l'opera libera e sovrana di Dio, non si tratta della grazia che annuncia l'Evangelo, anzi, non può essere in alcun modo "grazia". "Ma se è per grazia, non è più per opere; altrimenti, la grazia non è più grazia" (Romani 11:6). Se infatti "dipende da te" in qualsivoglia grado, non è più grazia, ma debito, ricompensa: Dio "doveva" salvarti perché tu hai fatto la scelta giusta, perché tu hai capito meglio di altri, perché tu ecc, ecc... 

Allora,  se Cristo è davvero tuo Signore e Salvatore, se Lo segui come Suo discepolo, non dire più "Io mi sono convertito", ma "Dio mi ha convertito", perché se dipendeva solo da te, non lo avresti fatto mai.

Ringrazi Dio per la tua conversione?

1 commento:

  1. I think this is because Christians are often rejected and tested - life become tough quite soon. But I recall relating to a church that my conversion was my "true birthday" - on which a great gift had been given

    RispondiElimina