lunedì 29 luglio 2013

Il Gesù di fantasia in cui molti "credono"

L'immagine che qui riporto (e che considero di cattivo gusto e blasfema) è tratta dal film parodia "Dogma". Nella fiction del film è parte della campagna "Cattolicesimo Wow!" inteso a "rinnovare l'immagine e l'attrattiva della chiesa cattolica" considerando il crocifisso "troppo deprimente".

Questa, però, è pure l'immagine che molti oggi hanno di Dio ("il buon Dio") come essi dicono, e di Gesù, un Gesù disponibile a tutto, che accetta tutti e tutti, che non pretende niente, che perdona sempre, che ti dice sempre che tutto va bene e che ripete continuamente come una bambola a cui si tira il laccio dietro la schiena la frase: "vogliamoci bene!".

Indubbiamente questo è il Gesù che tanta gente si immagina e di cui sente parlare da tanti pulpiti compiacenti del giorno d'oggi, tanto che chi, invece, si attiene al Gesù reale del Nuovo Testamento (preannunciato dall'Antico) viene subito attaccato come se un Gesù che allontana chi non sta alle Sue condizioni ed ogni peccatore impenitente, fosse un artificioso attentato alla Sua bontà ed all'annuncio della grazia fatto da gente disumana e "con spirito di giudizio".

Gesù indubbiamente accoglie tutti coloro che vanno a Lui con fede, anche "il peggiore fra i peccatori", ma in vista del ravvedimento e del discepolato, vale a dire apprendendo la conformità alla Legge, quella che Gesù non è venuto per abolire, ma per compiere.

Anche se a molti questo non piace sentire, certo che Gesù "discriminava" e giudicava! Dice Lui stesso: «Non chiunque mi dice: Signore, Signore! entrerà nel regno dei cieli, ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli. Molti mi diranno in quel giorno: "Signore, Signore, non abbiamo noi profetizzato in nome tuo e in nome tuo cacciato demòni e fatto in nome tuo molte opere potenti?" Allora dichiarerò loro: "Io non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, malfattori!" (Matteo 7;21-23).

L'unico Gesù che conosciamo, l'unico autentico Gesù è quello annunciato dall'intero Nuovo Testamento e preannunciato dall'Antico. Le ideologie di ieri e di oggi l'hanno voluto condizionare a sé mettendolo al servizio delle loro idee, ma quello non è il vero Gesù, ma solo una contraffazione.

3 commenti:

  1. Purtroppo questo concetto fa parte di una campagna di evangelizzazione dove si presenta un Dio che soddisfa ogni nostro desiderio e sempre pronto a benedire con ogni genere di desideri molto umani. Stiamo cancellando sempre più la correzione che Spirito Santo vuole portare alle nostre vite materialistiche per santificare ogni giorno di più per essere il profumo di Cristo in questo mondo che degenera sempre più.

    RispondiElimina
  2. Riflessione e insegnamento chiaro, corretto e che indica l'autentico Gesù fra i tanti che portano il Suo nome!

    RispondiElimina