lunedì 23 gennaio 2012

Ho fatto un sogno...

Ho fatto un sogno. Sono arrivati a casa mia i pentecostali e, con stringenti argomentazioni bibliche, mi hanno persuaso a diventare pentecostale ed a “parlare in lingue”. Poi sono arrivati gli avventisti e, con stringenti argomentazioni bibliche, mi hanno persuaso a diventare avventista ed a celebrare il culto di sabato. Poi sono arrivati i battisti e, con stringenti argomentazioni bibliche, mi hanno persuaso che solo il battesimo per immersione degli adulti va bene. Poi sono arrivati i cattolici romani e, con stringenti argomentazioni bibliche, mi hanno persuaso ad a pregare la madonna e a sottomettermi al papa. Poi sono arrivati “i liberali” e, con stringenti argomentazioni bibliche, mi hanno persuaso a mettere al primo posto nelle mie persuasioni di fede i diritti degli omosessuali. Poi sono arrivati i testimoni di geova e, con stringenti argomentazioni bibliche, mi hanno persuaso che il vero nome di Dio è Geova ed a smettere di donare il sangue. Poi sono arrivati i mormoni e, con stringenti argomentazioni bibliche, mi hanno persuaso che il libro di Mormon è pure parola di Dio. Poi sono arrivati... Beh, ora sono un pentecostale del settimo giorno battezzato per immersione, che prega Maria, che è diventato orgogliosamente gay, onora Geova, il libro di Mormon e... mi sono svegliato. Era un sogno, anzi, un incubo. Ho deciso di non prestare più ascolto a tutta questa gente ed a vivere con coerenza secondo i principi della fede riformata storica che trovo equilibrati e soddisfacenti, senza pretendere più di persuadere nessuno.

Nessun commento:

Posta un commento