lunedì 2 luglio 2012

Due soli sacramenti (sacramenti, 6)

Quarta parte della riflessione sui sacramenti della chiesa cristiana. Trovate le precedenti ai segg. indirizzi: (1), (2), (3). 
"Ogni potere mi è stato dato in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutte quante le cose che vi ho comandate. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente" (Matteo 28;18-20).
D. 68. Quanti sacramenti Cristo ha istituito nel Nuovo Testamento (Patto)? R. Due: il santo Battesimo e la Santa Cena (Catechismo di Heidelberg).
Dopo avere esplorato i sacramenti in modo generale, siamo pronti a considerare ciascuno dei sacramenti in dettaglio. Prima di farlo, però, dobbiamo determinare quale, secondo le Scritture, ne sia il numero. Cristo ha istituito due Sacramenti: Il Battesimo e la Santa Cena (Catechismo  di Heidelberg, D/R 68).

E' facile capire perché il Catechismo di Heidelberg identifichi queste due ordinanze come sacramenti. Dopo tutto, i vangeli rivelano esplicitamente il comando del nostro Salvatore di battezzare discepoli e di condividere pane e vino in Sua memoria (Matteo 28:18-20, Luca 22:14-20). Alcune chiese, oltre a questi, hanno considerato la lavanda dei piedi come un terzo sacramento. Altre chiese non attribuiscono un significato sacramentale alla lavanda dei piedi, sebbene esse possano includere questo rito in occasioni speciali durante l'anno. Entrambi i gruppi citano Giovanni 13:1-20 in difesa di questa pratica.

Che dire di tutto questo? E' chiaro che qualunque libertà le chiese abbiano per praticare la lavanda dei piedi, nessuna chiesa può importo come sacramento sul suo popolo. In primo luogo, la chiesa primitiva non vedeva in Giovanni 13 un comando permanente per la chiesa da eseguire in ogni tempo e paese. Vediamo come nel libro degli Atti i discepoli amministrata i sacramenti del Battesimo e della Santa Cena (2:37-42), ma questo libro del Nuovo Testamento non parla mai della lavanda dei piedi. In secondo luogo, la maggioranza delle chiese non ha mai considerato la lavanda dei piedi come sacramento perché il significato della lavanda dei piedi è lo stesso che il significato centrale del Battesimo. Quando Gesù aveva lavato i piedi ai Suoi discepoli, questo significava la Sua opera di purificazione dal peccato, ma già abbiamo il Battesimo per significate e suggellare questa purificazione e perdono.

La Chiesa cattolica romana, infine, al Battesimo ed alla S. Cena aggiunge altri cinque "sacramenti": confessione (o penitenza), cresima (o confermazione), matrimonio, ordine (dei ministri di culto) ed estrema unzione (o unzione degli infermi). Sono menzionati nella Bibbia come momenti sicuramente molto significativi per un cristiano. Sono però da considerarsi alla stessa stregua del Battesimo e della Santa Cena? No. Cristo non ha istituito specificatamente queste cinque ordinanze del Cattolicesimo romano durante il Suo ministero. Essi non possono assurgere al livello dei santi sacramenti.

I teologi parlano di "strumenti ordinari della grazia" e li identificano nella pratica della predicazione, la preghiera e nei sacramenti istituiti da Gesù stesso per edificare la Sua Chiesa. Altri vorrebbero elevare al rango di sacramenti diverse altre pratiche da imporre così ai credenti. Alcune fra queste pratiche potrebbero certo essere buone ed utili - ad esempio la meditazione giornaliera, il digiuno, particolari giorni festivi. Nessuno di questo, però è da ritenuta "obbligatorio". Siamo tenuti a fare solo ciò che Gesù ha espressamente comandato .


Nessun commento:

Posta un commento